background

L'io e L'Altro: La Rassegna Nazionale di Psicodramma e Sociodramma Incontra Transiti

24 Apr 2019 in

È alla sua seconda edizione “L’io e l’Altro”, Rassegna Nazionale di Psicodramma e Sociodramma. Il tema di quest’anno sarà Transiti – tra Nomadismo e Stanzialità, Sradicamento e Nuove Appartenenze. Si tratterà di una rete di convegni, spettacoli teatrali e sessioni psicodrammatiche e sociodrammatiche; il tutto, verrà condotto in simultanea. I workshop si articoleranno dal 6 al 12 maggio 2019 in oltre 30 eventi con più di 50 conduttori in sette regioni d’Italia.

L’idea nasce da un appello che l'organizzatrice Valeria Bianchi Mian lanciò poco più di un anno fa ai suoi colleghi nei social: “Ispirata dall’esperienza del Teatro di Psicodramma di Provaglio d’Iseo, un vero e proprio luogo di riferimento per gli psicodrammatisti di tutta Italia, l’idea era quella di creare una comunità di professionisti che organizzassero una serie di eventi intorno a quelli che sono i temi caldi del nostro tempo ma in contemporanea, su tutto il territorio nazionale”.

Il primo a rispondere è stato Leonardo Seidita, anch’egli psicodrammatista, didatta presso la Scuola di formazione PolisAnalisi di Palermo, collaboratore del fondatore della Scuola, il romano Filippo Pergola, e di Girolamo Lo Verso.  Il desiderio diventa realtà: sviluppatasi in maniera totalmente indipendente, fuori dalle sedi istituzionali, la chiamata inizia a raccogliere numerosi consensi; nel giro di qualche mese prende vita la prima edizione della rassegna: Fondamentalismi, contrasti, contraddizioni nell’era post-moderna.

“L’idea è sempre stata quella di creare un momento collettivo dedicato ai non professionisti, che guardasse alla contemporaneità con gli strumenti che il sociodramma e lo psicodramma possono fornire. Giochi di ruolo, performance teatrali, sessioni di sociodramma e psicodramma avranno l’obiettivo di far calare il pubblico negli spazi più inesplorati della nostra attualità per poterli osservare in un’esperienza dialogica tra gli opposti.
Cerchiamo di portare in scena questi temi attraverso esperienze pratiche che in questa edizione ruoteranno intorno ai temi di nomadismo e stanzialità al fine di permettere al pubblico di cogliere le sfumature più complesse tra i vari punti di vista. L’intento è quello di permettere la sperimentazione di sè nelle varie posizioni che queste tematiche comprendono, al fine di esplorarle in profondità, in costante dialogo tra estremismi e moderazione.”

Il tema di qiest’anno non poteva passare inosservato agli occhi della comunità di terapeuti di cui Transiti.net è composta. Gli psicodrammatisti del centro clinico hanno raccolto con particolare entusiasmo la sfida che L’Io e L’Altro ha voluto lanciare e parteciperanno alla costruzione dell’evento. Transiti.net sarà partner con le associazioni ARPE, APRE, PolisAnalisi e ARTPAI.

Di seguito segnaliamo alcune date in cui poter conoscere Transiti.net e alcuni dei terapeuti che lavorano attraverso la psicoterapia online con gli expat e la stessa Anna Pisterzi, ideatrice e CEO, e Valeria Bianchi Mian, presidente di ARPE, Associazione per la Ricerca della Psicologia d'Espatrio, creatrice dell'evento e Vanda Druetta, membro del comitato scientifico della Rassegna e Vicepresidente ARPE.

Giovedì 9 maggio

Presso la Libreria Belgravia, Via Vicoforte 14/d, Torino, a partire dalle ore 18:30
La dott.ssa Marta di Giulio n terrà una serata di meditazione mindfullness psicosomatica sull’esplorazione dei tarocchi con drammatizzazione degli arcani, letture poetiche e  teatro d’oggetti della dott.ssa Valeria Bianchi Mian dal titolo
La via dei tarocchi tra casa e caso

 

Presso lo Studio di Psicologia e Psicoterapia, Corso Belgio 52, Torino, a partire dalle ore 20:00
Le Dott.sse Cristina Barberi e Simona Pantè, psicologhe e psicoterapeute terranno una serata aperta di socio-psicodramma dal titolo L’io e l’altro alterità in ascolto

Venerdì 10 maggio

Presso Via Maria Bricca 10, Torino a partire dalle ore 20:00
La dott.ssa Vanda Druetta, membro del comitato i supervisione per i terapeuti di Transiti, e la dott.ssa Silvia Cerrone  propongono una serata Aperta di Psicodramma Junghiano sul tema dei sogni e degli spazi onirici: Corpi e psiche nomadi: quando transitiamo sogni. Chi incontriamo? Come incontriamo? Cosa Portiamo? Che cosa lasciamo? Che cosa cerchiamo?

Sabato 11 maggio

Presso lo Studio Mana via Saluzzo 23, Torino a partire dalle ore 14:00
Si terrà un incontro di discussione generale sul tema della rassegna per riflettere sui contenuti emergenti da queste suggestioni. Intorno alle ore 14:45 i partecipanti alla sessione si collegheranno attraverso la DI-STANZA, l’interfaccia attraverso la quale Transiti offre i propri servizi, con Bagheria (PA) dove Filippo Pergola, presente ad un evento inserito nel calendario della rassegna, presenterà il libro
PolisAnalisi: una Critica del Sociale.

Sarà inoltre presentata la raccolta di racconti Una casa tutta per lei, racconti di donne in espatrio e della loro dimensione di casa, curata da Valeria Bianchi Mian ed Emma Fenu.

Anna Pisterzi, Fondatrice e CEO di Transiti, assieme a Valeria Bianchi Mian, organizzatrice della rassegna e socio amministrativo di Transiti.net e Wilma Scategni membro dell’associazione ARPE interverranno per presentare il lavoro di Tranisiti.net.
 

A seguire Pirati e Corsari: storie in cerca di approdo
sessione di sociodramma tenuta da Valeria Bianchi Mian e Annamaria Frammartino
.

 

Per vedere l’intero calendario delle iniziative clicca qui